Posts filed under ‘Iniziative’

Tunisia: Progetto di legge relativo alla repressione delle aggressioni contro le forze armate

articolo di Henda Chennaoui

Il progetto di legge relativo alla repressione delle aggressioni contro le forze armate continua a suscitare reazioni indignate. Di fronte alle proteste, giornalisti, società civile, partiti politici e persino una frangia dei sindacati delle forze dell’ordine rigettano tale progetto e chiedono al Parlamento il ritiro puro e semplice della legge. La Commissione parlamentare incaricata della legislazione generale rassicura l’opinione pubblica attraverso la sua vice-presidentessa, Latifa Habachi, la quale ha annunciato ai media che il progetto di legge sarà esaminato e rettificato alla luce delle critiche e delle riserve della società civile.

Continue Reading 24 aprile 2015 at 14:21 Lascia un commento

GIOVEDÌ 27 Marzo IN P.ZA SAN PIETRO PRESIDIO PER LIBERAZIONE LEONARD PELTIER

leonard01

 

 

 

Giovedì 27 marzo 2014, in occasione dell’incontro tra il Papa e il presidente Usa, Barack Obama, il comitato di solidarietà con Leonard Peltier sarà a Roma, in piazza San Pietro, dalle 9 alle 13, per ricordare al mondo che quest’uomo è ingiustamente in carcere negli Usa da più di 38 anni e chiedere a Obama un atto di clemenza, firmando per la sua liberazione.

Accusato della morte di due agenti dell’Fbi, avvenuta il 26 giugno 1975, al termine di una giornata di conflitto a fuoco durante la quale vennero sparati migliaia di colpi, Peltier, attivista statunitense per i diritti dei nativi americani, fu arrestato il 6 febbraio 1976 in Canada. Gli Usa ottennero la sua estradizione con prove così palesemente false che, successivamente, il Canada protestò con gli Stati Uniti. Due co-imputati, arrestati e processati prima di lui, vennero assolti per mancanza di prove; anche vi fossero state, per loro sarebbe stata dichiarata la “legittima difesa”. Il processo a Peltier si svolse di fronte a una giuria di soli bianchi, in una città a profonda tradizione razzista: Fargo. Peltier venne condannato, senza prove certe, a due ergastoli consecutivi e a nulla valsero le indagini balistiche successive, che lo avrebbero scagionato. Venne respinta anche la possibilità di riaprire il processo. Gli stessi giudici, a posteriori, ammisero che non vi erano prove che fosse stato Peltier a sparare, ma che rimaneva il reato di “favoreggiamento”.

Da 13.900 giorni Leonard Peltier è in carcere, capro espiatorio delle lotte per i diritti dei nativi americani. Il suo stato di salute peggiora: è già stato operato a una mascella, è quasi cieco da un occhio e soffre di diabete e di prostata. A settembre 2014 compirà 70 anni. Solo un atto di clemenza del Presidente Obama può liberarlo. È quanto gli chiederemo, ancora una volta, giovedì 27 marzo, in Piazza San Pietro.

In passato si sono espressi per la liberazione di Leonard Peltier personaggio di spicco del mondo politico e della difesa dei diritti civili come Nelson Mandela, Madre Teresa di Calcutta, Michail Gorbaciov, il Dalai Lama, Rigoberta Menchù, insieme ad artisti e registi come Sting, Paul Mc Cartney, Madonna, Michael Moore, Susan Sarandon, Robert Redford e a centinaia di migliaia di cittadini che in tutto il mondo hanno più volte firmato petizioni per la sua liberazione.

“Per quest’uomo la giustizia è stata evasiva. Se alla questione non viene posto rimedio o se non si intraprende qualche azione, presto sarà troppo tardi per qualsiasi giustizia. Una tragedia di queste proporzioni non può essere permessa”.
Arcivescovo Desmond Tutu

corrispondenza da Radio Onda D’urto

http://www.radiondadurto.org/2014/03/25/la-mobilitazione-per-la-liberta-di-peltier-sbarca-a-roma-in-occasione-dellarrivo-di-obama/

25 marzo 2014 at 19:50 1 commento

Franca Rame Project a Madrid … 7 e 8 marzo 2014

homenaje

Fine di settimana culturalmente e politicamente intenso a Madrid il 7 e 8 MARZO del 2014

É stato presentato infatti il FRANCA RAME PROJECT di Dale Zaccaria

Abbiamo iniziato venerdì 7 Marzo 2014 presso la libreria Enclave del Libros, calle Relatores 16 con l’ Omaggio a Franca Rame

OLYMPUS DIGITAL CAMERA       OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Franca Rame é stata presentata da Dale Zaccaria (scrittrice e curatrice del Franca Rame Project) che ha sintetizzato le battaglie politiche e sociali di Franca Rame e ha ricordato il suo impegno politico come donna e come artista.

L’evento è stato trasmesso in streaming in Italia su Reset Radio.

É stato proiettato con sottotitoli in castigliano il video Lo stupro di Franca Rame dalla trasmissione Fantastico del 1987 di Adriano Celentano grazie al lavoro di traduzione di Antonia Cilla, che ha anche dato il suo contributo come interprete durante la serata e di Mariangela Casalucci che oltre a presentare la serata ha editato il video con i sottotitoli

La figura di Franca e la sua esperienza tragica così ben espressa in questo suo lavoro teatrale ha dato la possibilità di aprire ad un approfondimento sulla violenza di genere da un punto di vista culturale, politico, psicologico e sociale grazie all’intervento di Eva Bolaños, femminista, psicologa e ricercatrice di Madrid

Sabato 8 Marzo presso il teatro della scuola statale italiana di Madrid si è tenuto lo spettacolo denuncia Franca Rame Project a cura di Dale Zaccaria.

Mariangela Casalucci, Fiorella Socci, Giuliana Giudice, Marina Mantini, Fiorella De Angelis, Antonia Cilla e Maria Costa, le donne che hanno lavorato all’organizzazione dello spettacolo hanno espresso la loro soddisfazione rispetto alla partecipazione

Sono state presenti 120 persone e c’é stato un ingresso di 560 euro che, una volta pagate le spese, hanno consentito la donazione di 250 euro alla Rede de Mulleres contra os malos tratos di Vigo, Spagna

http://rededemulleres.blogspot.com.es/

Aaron Videla ha garantito una eccellente direzione di scena coordinando le luci, con il suono in vivo e la proiezione dei video e lavorando nella parte tecnica relativa alla preparazione della sala con Lucrezia Stringari

10149345_599246626818471_485980658_n-110150075_599246736818460_1004548014_n972520_599246923485108_1116021714_n10008606_599246780151789_1532661771_n

Nella sua presentazione Mariangela ha raccontato come lo spettacolo sia il frutto di percorsi che si incrociano, il suo con quello di Dale e delle altre donne che hanno aiutato nell’organizzazione di queste due giornate, quello di Dale con Franca, dell’idea di portare lo spettacolo qui a Madrid e di farlo proprio l’8 marzo scegliendo questa data simbolica per riaffermare i diritti delle donne. “Siamo, ha detto con questo nostro spettacolo al fianco delle migliaia di donne che in questo momento stanno marciando qui a Madrid contro il progetto di legge Gallardón che limita il diritto all’aborto delle donne spagnole e per riaffermare il diritto a decidere sul nostro corpo”

Il dirigente della scuola italiana, Cosimo Guarino, ha ricordato in apertura il filo che lo unisce a Franca Rame. Nel 2008 era il dirigente della scuola Mamiani di Roma dove fu fatta una scritta indecente sui muri “ A Franca Rame le è piaciuto! Onore a Rodulf Rudolf Hess (delfino di Hitler). In quell’occasione nella scuola si organizzó una assemblea aperta alla cittadinanza in cui fu invitata Franca che partecipò all’incontro, raccontò la sua esperienza e il suo impegno sociale, artistico e politico partendo dall’esperienza di Soccorso Rosso.

a cura di Dale Zaccaria e Mariangela Casalucci

22 marzo 2014 at 09:41 Lascia un commento

Ritrovamenti archeologici “Dopo la fine del bipolarismo: PDS, Sinistra, Alternativa” assemblea nazionale dell’area della sinistra PDS 22 novembre 1991

<object width=”400″ height=”24″ data=”http://www.radioradicale.it/swf/fp/flowplayer-3.2.7.swf?30207f&config=http://www.radioradicale.it/scheda/embedcfg/43374/279422&#8243; type=”application/x-shockwave-flash”><param name=”movie” value=”http://www.radioradicale.it/swf/fp/flowplayer-3.2.7.swf?30207f&config=http://www.radioradicale.it/scheda/embedcfg/43374/279422&#8243; /><param name=”allowFullScreen” value=”true” /><param name=”allowscriptaccess” value=”always” /></object>

14 marzo 2014 at 17:22 Lascia un commento

Solidarietà oltre i confini, costruire la democrazia dal basso! settimana di azione 18-25 maggio 2014

Solidarietà oltre i confini – costruire la democrazia dal basso!

I programmi di austerità e privatizzazioni imposti dalla Troika decidono delle vite di milioni di persone in Europa. Con loro e con quanti in tutto il mondo subiscono gli effetti della crisi, noi resistiamo alla riaffermazione del capitalismo sulle spalle dei lavoratori, dei disoccupati, dei pensionati, dei migranti, dei giovani. Con loro noi diciamo chiaramente: «noi non vi dobbiamo nulla, noi non pagheremo!».

Continue Reading 10 marzo 2014 at 15:42 1 commento

Franca Rame, La violación

10 marzo 2014 at 15:35 Lascia un commento

Homenaje a Franca Rame a Madrid, 7 marzo in spagnolo

7 marzo 2014 at 23:54 Lascia un commento

Per il diritto a decidere delle donne spagnole e di tutte le donne

4 marzo 2014 at 19:13 Lascia un commento

Senza ragione, né sentimento

poster

26 febbraio 2014 at 09:54 Lascia un commento

8 marzo a teatro ad Atene : senza ragione, né sentimento

Sabato 8 marzo ore 18,30

Auditorio teatro dell’Istituto di cultura di Atene, Patission 47

ingresso libero

Siamo all’ottava rappresentazione del gruppo teatrale amatoriale “Parole di donne”

Quest’anno vogliamo parlare della tragedia del nostro tempo, di quella violenza che che colpisce le donne e che purtroppo si tende spesso a sottovalutare o addirittura a considerare “normale” fra le mura domestiche.

Continue Reading 26 febbraio 2014 at 08:56 1 commento

Franca Rame Project: spettacolo teatrale in italiano, 8 marzo a Madrid

FrancaRameProject

25 febbraio 2014 at 07:55 Lascia un commento

7 e 8 marzo Franca Rame a Madrid

L’8 marzo 2014 a Madrid spettacolo teatrale in italiano
presso il teatro della scuola italiana di Madrid, calle Ríos Rosas 57, Madrid, metro Ríos Rosas

spettacolo teatrale
FRANCA RAME PROJECT
di Dale Zaccaria

Continue Reading 24 febbraio 2014 at 16:20 Lascia un commento

In Spagna si ripenalizza la legge sull’aborto. Indignazione e proteste in tutta la Spagna

In Spagna si ripenalizza la legge sull’aborto.

Indignazione e proteste in tutta la Spagna

In Spagna la legge sull’aborto esiste solo dal 1985 ed era caratterizzata da un carattere restrittivo nella quale la donna era soggetta alla decisione del medico. Molte donne si vedevano obbligate a viaggiare in altri paesi o abortire clandestinamente con tutti i rischi conseguenti dovuti a personale non qualificato e a mezzi non idonei.

Continue Reading 20 dicembre 2013 at 15:21 1 commento

Dario per Franca di Dario Fo

“Franca ed io abbiamo scritto quasi sempre i testi del nostro teatro insieme. Io mi prendevo l’onere di mettere giù la trama quindi gliela illustravo e lei proponeva le varianti, spesso li recitavamo a soggetto, all’improvvisa, come si dice… Questo era il metodo preferito ma non sempre funzionava. Si discuteva anche ferocemente, si buttava tutto all’aria e si ricominciava da capo. In verità mi trovavo a dover riscrivere di nuovo il testo da solo. Poi lo si discuteva con più calma e si giungeva ad una versione che funzionasse e che andasse bene a tutt’e due.

Continue Reading 30 maggio 2013 at 21:23 Lascia un commento

Popoli uniti contro la Troika: 1 giugno 2013 manifestazione internazionale

-1
POPOLI UNITI CONTRO LA TROIKA
Le inumane e brutali politiche di austerità imposte dalla Troika (banco centrale Europeo, Fondo Monetario Internazionale e Commisiione Europea) con l’aiuto dei governi complici, stanno determinando in Europa la maggior crisi democratica degli ultimi anni: milioni di persone condannate alla disoccupazione, alla povertá e alla morte per un debito illegittimo e impagabile, che è per la maggior parte privato: di banche, grandi imprese e entitá finanziarie. Il riscattto europeo delle banche, avvallato e garantito dallo Stato, una volta di piú privatizza i profitti e socializza le perdite ed esige tagli inaccettabili. 
Con la scusa del debito e della crisi hanno cambiato le Costituzioni, senza ascoltare le nostre voci con referendum, imponendo la cancellazione dei servizi pubblici come salute e educazione, che passano  a settori privati  come una “opportunitá per fare affari” vulnerando i diritti sociali e de lavoro conquistati negli ultimi decenni. Insieme a questo si determina per molte famiglie la perdita dell’alloggio e delle possibilitá minime e basiche di vita. 
La dissoluzione del limite tra pubblico e privato alimenta la corruzione impune che degrada la nostra societá e deteriora la politica nel suo obiettivo di strumento di azione al servizio della cittadinanza. Obiettivi la privatizzazione e lo sfruttamento, la concentrazione delle ricchezze e il trionfo delle politiche neoliberiste. 
Sia attraverso i memoranda imposti dalla Troika in Grecia, Irlanda, Portogallo e Cipro, sia attraverso il riscatto finanziario nello stato spagnolo, si sta producendo un passaggio di denaro pubblico alle entitá finanziarie a costo della perdita dei diritti di base, l’impoverimento della popolazione e l’aumento delle disuguaglianze sociali in tutta Europa 
Questo cambio deve partire da una democratizzazione dell’Europa nelle mani della cittadinanza perché i diritti delle persone e le decisioni politiche democratiche si impongano sull’avarizia delle istituzioni, dei mercati finanziari e delle grandi multinazionali. 
Mentre celebriamo il secondo anniversario del 15M, della presa di coscienza politica della cittadinanza, dei nuovi movimenti socilai che stanno costruendo  dal basso alternative alle politiche neoliberiste attraverso assemblee, maree, piattaforme, sappiamo che le lotte richiedono una convergenza a livello internazionale. 
In Europa,  diversi movimenti di Spagna, Francia, Italia, Grecia, Cipro, Irlanda,  Inghilterra, Scozia, Germania e Slovenia si sono riuniti a Lisbona il  passato 26 aprile 2013 invitati da persone del movimento portoghese “Via  la Troika” e stanno convocando manifestazioni decentrate per il  prossimo 1 di giugno contro le politiche di risanamento del debito con lo slogan “Popoli uniti contro la Troika” 
Questo  è l’inizio di un processo decentralizzato, inclusivo e partecipativo.  Vogliamo costruire collettivamente, unendo le nostre forze e azioni e  protestando internazionalmente contro la Troika. Invitiamo tutte le  persone con o senza partiti, con o senza lavoro, con o senza speranza a  unirsi a questa proposta il prossimo 1 giugno. Invitiamo  tutte le  organizzazioni politiche, i movimenti sociali, i sindacati, i  partiti, i  collettivi, i gruppi informali, a unirsi in questa giornata internazionale. 
Vogliamo  continuare ampliando questa alleanza, tanto a livello nazionale che  internazionale, giacché siamo coscienti che solo l’unione delle nostre voci potrá fermare la nuova onda di tagli que si stanno preparando. I popoli d’Europa hanno mostrato che non sono disposti a pagare con altri inutili sacrifici. 
É arrivato il momento di mostrare la nostra nuova  capacitá di coordinare la lotta per una altra Europa, l’Europa delle  persone 
Da Nord a Sud, da Est a Ovest 
occupiamo le strade di tutta Europa contro la Troika 
Per la democrazia, la libertgá, i diritti 
No al colpo di stato finanziario.
Non Dobbiamo, NON paghiamo 
Le alternative e le soluzioni ci sono: 
  • Giustizia sociale e ecologica
  • Democrazia partecipativa e trasparente 
  • Difesa dei servizi pubblici 
  • Auditoria pubblica contro il debito illegittimo

23 maggio 2013 at 15:23 Lascia un commento

Articoli meno recenti


Prossimi appuntamenti

É ora di riprenderci i nostri spazi pubblici per discutere sul nostro futuro tutti e tutte insieme.
Occupazione pacifica delle piazze pubbliche
Creazione di spazi di incontro, dibattito e riflessione.
É nostro dovere recuperare gli spazi pubblici,
decidere insieme che mondo vogliamo
e costruire le alternative.

Riprendiamoci le piazze! Riprendiamoci le strade!

ll capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ... (di classe) :-))

Articoli Recenti

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031