Archive for ottobre, 2010

Sono partiti per cercare fortuna, e spesso l’hanno trovata. I nuovi emigrati si raccontano a Repubblica.it. Ecco le loro storie di Michele Smargiassi

un articolo e una interessante iniziativa da repubblica.it
Qui di fianco a destra trovate il link con le storie di nuove e vecchie migrazioni a cui possiamo aggiungere anche la nostra

Continue Reading 22 ottobre 2010 at 09:34 Lascia un commento

BERLUSCONI INDAGATO. I BERLUSCONES: MAI NESSUNA INDAGINE SU DI LUI PRIMA DEL ‘94. SARA’ VERO? di Carmine Gazzanni

Fonte : LoSpecchioBlog

Continue Reading 21 ottobre 2010 at 15:02 1 commento

le ville di Berlusconi ad Antigua: da Report puntata del 17 ottobre 2010

19 ottobre 2010 at 13:12 Lascia un commento

Pronto…. mandiamolo giù e tappiamo sto’ buco

17 ottobre 2010 at 17:59 Lascia un commento

Maricica, povera ragazza romena

pubblicata da INFORMARE CONTROINFORMANDO

Continue Reading 17 ottobre 2010 at 17:29 1 commento

“No allo stupro come arma di guerra”. Le donne del Congo in piazza

da giornalettismo.com

Continue Reading 17 ottobre 2010 at 17:19 Lascia un commento

¡Viva Chile, mierda!”

¡Viva Chile, mierda!”, hanno gridato le quasi 1.500 persone che nella piazza di Copiapó seguivano la liberazione dei 33 minatori della miniera di San José. Il grido è stato la risposta al discorso di Sebastián Piñera, il presidente del Cile che accoglieva l’ultimo minatore Luis Urzúa.

“¡Viva Chile, mierda!” fu il grido reso popolare da Salvador Allende nel 1970 nel momento in cui nazionalizzo’ le miniere di rame.

Alle 21.55 ora cilena, le strade si sono riempite di automobili. Tutt@ alle finestre e molti avevano magliette che ricordavano i minatori.

Nella capitale cilena, Santiago, in Piazza Italia dove normalmente avvengono le celebrazioni si riunirono migliaia di cittadin@.
Il sindaco socialista di Copiapó, Maglio Cicardini, passeggiava euforico nella piazza del municipio. “Stiamo lavorando i tutti i quartieri dove vivono i minatori. Abbiamo chiuso le strade, tutt@ chiedono di festeggiare, feste grandi con musica e vino”.

15 ottobre 2010 at 14:47 Lascia un commento

Liberati in Cile dopo 69 gioni i 33 minatori

14 ottobre 2010 at 08:14 Lascia un commento

Arigoni risponde a Saviano: la realtà sulla Palestina

13 ottobre 2010 at 19:20 Lascia un commento

Da inviare al Governo Italiano

Collegatevi al sito:

http://www.governo.it/scrivia/scrivi_a_trasparenza.asp

Compilate il modulo con i vs dati.

esempio

Nome: Mario

Cognome: Rossi

Indirizzo Email: mario@rossi.it

Citta : Roma

Oggetto: Non voglio il libro “Due anni di governo”.

Testo:

Con riferimento all’annuncio del Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi di inviare ad ogni famiglia italiana il libro “Due anni di governo”, mi preme comunicarVi che non desidero assolutamente riceverlo, essendo un mio diritto in base al Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali, nella fattispecie articolo 7 comma 4b, e che la spesa relativa che si risparmiera , venga messa a disposizione del Ministero della Pubblica istruzione e/o del Ministero della Sanita. Ringraziando per l’attenzione porgo distinti saluti.

(Firma)

Invia

12 ottobre 2010 at 13:47 2 commenti

Cresce la protesta e la disillusione sulla “guerra sporca” in Afghanistan. Fiorella Mannoia strapazza Bersani

Con i quattro militari rimasti uccisi sabato, sale a 34 il numero dei militari italiani morti in Afghanistan dall’inizio della missione Isaf, nel 2004. Di questi, la maggioranza è rimasta vittima di attentati e scontri a fuoco, altri invece sono morti in incidenti, alcuni anche per malore e uno si è suicidato. Già dodici le vittime in questo 2010. Su Facebook, i commenti nelle pagine vicine all’ambiente militare sono diversi e di segno opposto. C’è chi suggerisce di bombardare l’Afghanistan con il napalm (senza forse sapere che si sta già facendo questo tipo di operazione) e chi invece si dispera perché “Si contnua a morire in nome di una pace che non ci sarà mai”, e chi chiede “Ma quando la finiscono? Portiamo a casa alle loro famiglie questi ragazzi vivi e non dentro a una bara!”.

Sempre su Facebook, il commento di Fiorella Mannoia: “Quattro nostri connazionali perdono la vita in attentato in Afghanistan, e Bersani che cosa dice? Dobbiamo rivedere la strategia! Sono 34 i soldati uccisi in questa guerra inutile a noi e utile ai petrolieri e ai produttori di armi, di quale strategia parla? Sapete quanto ci costa anche in termine di denaro nostro?

306 MILIONI DI EURO SOLO IL PRIMO SEMESTRE 2010.

Non dico più niente – conclude la cantante – fate le vostre valutazioni”.

12 ottobre 2010 at 09:34 Lascia un commento

I cacciabombardieri italiani già attaccano – Di M. Dinucci Ma «non è guerra»

(il manifesto, 12 ottobre 2010)

Continue Reading 12 ottobre 2010 at 09:29 Lascia un commento

APPELLO PER UN 4 NOVEMBRE ANTIMILITARISTA

Chiediamo a tutte le realtà che decideranno di promuovere una iniziativa nella prima settimana di novembre di darcene notizia, in modo da poter rafforzare e socializzare la mobilitazione.

La Rete nazionale Disarmiamoli!
http://www.disarmiamoli.org

Continue Reading 12 ottobre 2010 at 09:23 Lascia un commento

Atene: condannato all’ergastolo il poliziotto che ha ucciso Alexis di Ema

Epaminondas korkoneas, il poliziotto che senza pensarci due volte ha rivolto l’arma verso un gruppo di ragazzini che lo schernivano ed ha sparato uccidendo Alexandros Grigoropoulos e’ stato giudicato colpevole dal tribunale di Amfissa, che lo ha condannato in primo grado all’ergastolo per omicidio colposo. il collega vasilis saraliotis, presente al momento dell’omicidio e’ stato condannato a dieci anni di reclusione.
Saraliotis e Korkoneas in tribunale.
Il processo, durato due anni, si e’ svolto nel tribunale di Amfissa, a circa duecento chiliometri da Atene, per evitare raggruppamenti e contestazioni ritenute pericolose.
Si chiude, per il momento, questa pagina nera della repressione dello stato greco.
Lo stato greco, con il risultato di questo processo, decide di dare una punizione esemplare ad un suo rappresentante, intendendo in questo modo gettare acqua sul fuoco in un momento in cui una decisione diversa da parte del tribunale avrebbe scatenato il finimondo in grecia, tralasciando pero’ un piccolo particolare: il mandante morale di questo assassinio e’ lo stato stesso, permettendo che le forze dell’ordine si sentano autorizzate ad agire nel modo in cui ritengono giusto in ogni momento, uscendo dalla legalità quasi sempre e forzando con diffusa arroganza i diritti fondamentali delle persone.
Su di un muro ad atene c’e’ scritto: “cosi’ tanta democrazia non si vedeva dai tempi della giunta”.

12 ottobre 2010 at 08:50 Lascia un commento

Crisi: la luce alla fine del tunnel? stiamo arrivando alla fine del tunnel o un treno sta correndo verso di noi?

11 ottobre 2010 at 14:30 Lascia un commento

Articoli meno recenti


Prossimi appuntamenti

É ora di riprenderci i nostri spazi pubblici per discutere sul nostro futuro tutti e tutte insieme.
Occupazione pacifica delle piazze pubbliche
Creazione di spazi di incontro, dibattito e riflessione.
É nostro dovere recuperare gli spazi pubblici,
decidere insieme che mondo vogliamo
e costruire le alternative.

Riprendiamoci le piazze! Riprendiamoci le strade!

ll capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ... (di classe) :-))

Articoli Recenti

Calendario

ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031