Vittorio Arrigoni, il gruppo salafita del cui dirigente si chiedeva la liberazione con un video dopo il rapimento, si dice estranea al sequestro

15 aprile 2011 at 20:26 Lascia un commento

(ANSA) – GAZA, 15 APR – Una delle fazioni salafite attive a Gaza, al-Tawhid wal-Jihad, ha negato oggi in un comunicato inoltrato alla stampa di essere responsabile della uccisione del volontario italiano Vittorio Arrigoni. Lo riferisce la agenzia di stampa palestinese Maan. Ieri i rapitori di Arrigoni avevano lanciato un ultimatum in cui avevano chiesto la liberazione di un dirigente di al-Tawhid wal-Jihad (detenuto da Hamas) in cambio dell’ostaggio italiano. Ma adesso questa organizzazione si dice estranea al sequestro, ”che e’ comunque la conseguenza naturale – afferma – della politica di Hamas contro i salafiti”. Maan rileva che nel messaggio video diffuso su You-Tube, che mostrava le immagini di Arrigoni bendato e col volto tumefatto, il sequestro veniva rivendicato da una formazione finora sconosciuta, ‘Le Brigate del profeta Mohammed Bin Muslima’. A Gaza sono attivi almeno cinque gruppi che si definiscono salafiti, ossia che operano secondo una interpretazione particolarmente severa dell’Islam sunnita.
Annunci

Entry filed under: Uncategorized. Tags: .

Scusa se ti do il tu…non ci siamo mai conosciuti. E’ impossibile non scrivere di te, oggi, come è altrettanto ingiusto scrivere di te di Stefano Federici i funerali di Vittorio a Gaza: chi l’ha assassinato è nemico di questa gente e di questa terra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Prossimi appuntamenti

É ora di riprenderci i nostri spazi pubblici per discutere sul nostro futuro tutti e tutte insieme.
Occupazione pacifica delle piazze pubbliche
Creazione di spazi di incontro, dibattito e riflessione.
É nostro dovere recuperare gli spazi pubblici,
decidere insieme che mondo vogliamo
e costruire le alternative.

Riprendiamoci le piazze! Riprendiamoci le strade!

ll capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ... (di classe) :-))

Articoli Recenti

Calendario

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: