CON LA FREEDOM FLOTILLA, BASTA CON L’ASSEDIO DI GAZA

27 maggio 2010 at 13:20 1 commento

700 persone, fra le quali 50 parlamentari europei e turchi, sono a bordo delle nove imbarcazioni della Freedom Flotilla, che trasporta aiuti umanitari diretti alla Striscia di Gaza, vittima da più di tre anni di un embargo crudele e illegale da parte di Israele, Egitto, Stati Uniti ed Unione Europea.

Esprimiamo la nostra preoccupazione di fronte al silenzio dei mezzi di informazione italiani nei confronti di una delle più grandi manifestazioni di solidarietà da parte della società civile europea ed internazionale verso un milione e mezzo di persone vittime di un assedio che ha superato, per durata e ferocia, quello cui fu sottoposta Leningrado durante la Seconda Guerra Mondiale. Lo stesso silenzio che impedisce alla nostra opinione pubblica di conoscere le minacce israeliane contro la Freedom Flotilla, contro la quale Israele sta mobilitando la marina militare e promette di usare la forza per impedire alle navi pacifiste di approdare a Gaza e consegnare gli aiuti umanitari.

Invitiamo tutti i democratici, gli antifascisti, gli amici del popolo palestinese e della pace a seguire con attenzione gli avvenimenti sul sito http://www.witnessgaza.com/it ed a mobilitarsi immediatamente nell’eventualità che Israele concretizzi la minaccia di assaltare la Freedom Flotilla. Nel caso questo atto di pirateria dovesse verificarsi, diamo appuntamento per una protesta immediata a Roma, davanti la sede delle linee aeree israeliane El Al in via Leonida Bissolati, e invitiamo a dare vita a mobilitazioni in tutte le città nei confronti di sedi israeliane e prefetture, per evidenziare la complicità del governo italiano con i crimini israeliani.

Proponiamo, infine, di costruire in tutte le città manifestazioni di piazza a sostegno della Freedom Flotilla, per la fine dell’assedio alla Striscia di Gaza, per obbligare lo Stato di Israele ad uniformarsi alle Risoluzioni delle Nazioni Unite ed alla sentenza della Corte di Giustizia Internazionale contro il Muro dell’Apartheid.

Roma, 26.5.2010



Annunci

Entry filed under: Uncategorized. Tags: .

30 MILIARDI CONTRO LA CRISI “Iniqua e sbagliata la manovra del governo” LEARNING TO BE TOGETHER Per un’educazione senza confini

1 commento Add your own

  • 1. patrizia cecconi  |  30 maggio 2010 alle 01:26

    non ci sono popoli eletti ma solo popoli che hanno diritto alla giustizia e alla libertà. Israele deve rispettare le risoluzioni Onu come ogni altro paese

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Prossimi appuntamenti

É ora di riprenderci i nostri spazi pubblici per discutere sul nostro futuro tutti e tutte insieme.
Occupazione pacifica delle piazze pubbliche
Creazione di spazi di incontro, dibattito e riflessione.
É nostro dovere recuperare gli spazi pubblici,
decidere insieme che mondo vogliamo
e costruire le alternative.

Riprendiamoci le piazze! Riprendiamoci le strade!

ll capitalismo globalizzato nuoce gravemente alla salute.... e puo' indurre, nei soggetti piu' deboli, alterazioni della vista e dell'udito, con tendenza all'apatia e la graduale perdita di coscienza ... (di classe) :-))

Articoli Recenti

Calendario

maggio: 2010
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: